Il 207°Gruppo e l'addestramento 
Il 207°Gruppo è il reparto di volo che si occupa dell’addestramento degli allievi, il Gruppo è suddiviso in quattro Squadriglie e con i loro velivoli SF 260EA assicurano l’iter addestrativo ai frequentatori. 
La formazione avviene ovviamente grazie agli Istruttori in forza al 207°Gruppo che sono tutti Piloti con molta esperienza e che provengono da ogni reparto operativo dell’A.M. 
Istruttori che assolvono anche buona parte delle lezioni teoriche a terra, in collaborazione con personale insegnante non navigante, questi ultimi vengono scelti tra gli Ufficiali e Sottufficiali all’interno dell'organico di Stormo, essi esplicano  insieme ai Piloti l'incarico affidatogli con alta competenza e professionalità, unitamente ad una buona organizzazione tecnico-logistica hanno consentito di raggiungere standard di sicurezza ed efficienza molto elevati. 
Un Aermacchi MB 339A della Base di Lecce è dislocato presso la 674a Squadriglia Collegamenti del 70°Stormo e viene impiegato dai piloti della Base e da piloti ospiti, in forza presso altri enti, per il mantenimento delle qualifiche professionali su Jet, attraverso  un impegno annuo di circa 700 ore di volo. 
A partire dal luglio 2006, con l’entrata in linea dei nuovi Aermacchi SF 260EA, la Scuola ha dato vita ad un nuovo iter addestrativo consentendo un notevole passo in avanti rispetto al recente passato, la nuova versione del monorotore a permesso di migliorare l’addestramento dei partecipanti ampliando le attività formative del Reparto grazie alla nuova dotazione avionica del velivolo. Attualmente i frequentatori possono acquisire ulteriori capacità nel settore della navigazione IFR, consentendo così all’Aeronautica Militare di ridurre significativamente i costi a parità di qualità. I nuovi programmi addestrativi, che sono stati adottati a partire dall’estate 2006 consentono oggi ai futuri piloti della Forza Armata e degli altri Corpi Armati dello Stato, che si affidano al 70°Stormo per l’addestramento iniziale, di raggiungere un livello addestrativo avanzato in tutte le forme di volo basico. Oltre ad acquisire conoscenze pratiche e teoriche nella navigazione IFR più complete rispetto alla tipologia di volo VFR del passato, il nuovo programma prevede navigazioni a bassa quota e attività notturna. In precedenza l’attività di volo era prevalentemente concentrata nelle aree limitrofe all’Aeroporto, oggi i velivoli del 70°Stormo utilizzano anche altri Aeroporti ed aree per i propri fini addestrativi. Grazie quindi alle caratteristiche del nuovo velivolo, più moderno e tecnologicamente avanzato, i programmi già in uso sono stati ampliati comprendendo forme di volo più avanzate, che prima venivano svolte, per gli allievi dell’Aeronautica, su aviogetti presso le Scuole di Volo Estere (USA-Canada) e/o presso il 61° Stormo di Lecce sul velivolo MB 339A.
L’attuale Comandante di Gruppo Maggiore Raffaele La Montagna ci ha illustrato quali sono i programmi per selezionare e formare i futuri Piloti e Navigatori che giungono a Latina. Come descritto dal Maggiore un forte impulso di modernizzazione, oltre all’acquisizione del nuovo velivolo, è stato quello di inserire un sistema informatico; basato su di uno stile analogo acquisto durante la sua permanenza negli USA, esso permette di gestire l’afflusso degli allievi presso la Scuola. Siccome l’arrivo dei frequentatori non avviene regolarmente ma a flussi anche di 60-65 allievi per volta, gestire la distribuzione delle ore di volo con i sistemi informatici previene la congestione delle missioni di addestramento e permette agli Istruttori e al GEA, quest’ultimo gestisce le ore di volo dei velivoli, di distribuirle in maniera omogenea ai frequentatori. Inoltre sempre con questi database è possibile fare previsioni sulle ore di volo future e gestire meglio le risorse umane e i velivoli.
Vediamo ora le fasi di selezione per tipologia: 
Fase 1 
L’allievo giunge a Latina per conseguire il Brevetto di Pilota d’Aeroplano B.P.A., dopo un’attività di 2/3 settimane di istruzione teorica l’allievo effettua 20 missioni per una durata di un ora ciascuna più due esami, questa tipologia di attività è suddivisa in tre blocchi:  
1°blocco: dedicato alla familiarizzazione con il velivolo, alle procedure e all’ambientamento al volo con l’introduzione delle manovre acrobatiche ed il circuito di traffico aeroportuale; 
2°blocco: dedicato all'addestramento basico vero e proprio alla capacità di effettuare determinate manovre acrobatiche, stalli assetti inusuali e soprattutto all’effettuazione del circuito aeroportuale; 
3°Blocco: dedicato al consolidamento della capacità di condurre in sicurezza ed autonomia una missione di addestramento basico dal decollo all’atterraggio. 
Al termine di ogni missione, l'istruttore esprime un giudizio relativo all'esecuzione delle singole manovre, riferite agli standard pubblicati per il velivolo. Dopo aver valutato ogni singola manovra, l'istruttore determina il voto complessivo della missione che è indice del progresso dimostrato dall'Allievo e delle sue potenzialità di arrivare agli standard previsti entro la fine del blocco istruzionale, nel caso l'Allievo non sia in grado di raggiungere le prestazioni previste ad ogni termine dei blocchi si avvia il processo di verifica del suo potenziale che può dar luogo anche all'eventuale dismissione dal corso. Nel caso che l’iter addestrativo proceda senza battute d’arresto intermedie si raggiunge la 13a missione, ossia l'Esame di Volo a Vista il cui superamento é requisito essenziale per accedere al terzo e definitivo blocco. Al termine del terzo blocco l’allievo affronterà l’esame finale EBPA il cui superamento è requisito fondamentale per il decollo da solista (la missione in cui l’allievo vola da solo) e per il rilascio del Brevetto di Pilota d'Aeroplano. La 20a missione di volo, in gergo "IL DECOLLO", viene eseguita dall’Allievo da solo (senza Istruttore) a coronamento del proprio successo e quale consolidamento della fiducia e sicurezza nelle sue capacità individuali. Tale missione è stata giudicata, a ragione, da intere generazioni di piloti come la più esaltante nella vita di un Pilota Militare. 
Conseguito il B.P.A. l’allievo viene avviato verso la Laurea presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli dove una volta conseguita torna a Latina per la seconda fase. 
Fase 2 
Questa fase serve al Pilota per conseguire il Brevetto di Pilota Militare B.P.M. che può essere conseguita a Latina presso il 70°Stormo o presso la ENJJPT (Euro-NATO Joint Jet Pilot Training), Sheppard A.F.B. (Texas).  A Latina nella fase 2 vengono svolte 70 missioni di circa un ora dove rispetto alla fase 1 cambia molto lo sviluppo della tipologia di volo.  
Queste sono le tipologie di volo che si effettuano nella fase in oggetto: 
Volo a vista (con esame finale), volo strumentale, volo formazione coppia (con esame finale), volo navigazione IFR (con esame finale), volo navigazione VFR e BBQ (con esame finale), Volo navigazione mista IFR/VFR e infine volo notturno.  
Al termine dell’iter di formazione il Pilota termina la sua avventura a Latina e viene assegnato alla Scuola di Lecce Galatina presso il 61°Stormo per effettuare la Fase 3 sul MB 339A e per i piloti che vengono assegnati alla linea Jet alla Fase 4 sul MB 339CD. 
La Scuola di Latina è aperta anche a frequentatori di Altre Forze Armate che necessitano di formare i propri Allievi e fargli conseguire il B.P.M., Istruttori dedicati svolgono in sinergia con il Gruppo Istruzione Professionale l’attività sia teorica che pratica, provvedendo in particolare all’attività di volo sui velivoli P166-DL3 della Guardia di Finanza e DO-228 dell’Esercito, proprio la Guardia di Finanza a messo a disposizione un velivolo per l'addestramento dei  propri Ufficiali aspiranti Piloti, velivolo utilizzato per effettuare i programmi  addestrativi dedicati all'impiego dei velivoli plurimotori ad elica. Per l'occasione è stata creata una speciale Cellula di Istruttori dello Stormo, in possesso di esperienze operative presso reparti da trasporto ed Antisom, per operare su tale velivolo. Gli Ufficiali della G.d.F., al termine dell'addestramento, conseguono il Brevetto di Pilota Militare.
70°Stormo, 207°Gruppo